100% Freeware, 100% Indipendente e 200% Nerd!

giovedì 24 dicembre 2015

Il messaggio di Neon Genesis Evangelion

by Cloud


Il 2015 è quasi finito. E questo articolo, quando l’ho iniziato a scrivere, iniziava con “Come tutti saprete, è da poco iniziato il 2015”. Capirete quindi, che è da un bel po’ che ho in cantiere questo pezzo, ma ne è valsa la pena, in quanto si tratta forse dell’articolo più complesso della mia carriera. Di una roba che volevo scrivere da sempre, prima ancora che nascesse il blog.

Ma perché ho iniziato proprio parlando di questo 2015, che sta adesso per finire? Cos’ha di tanto speciale? Ebbene, tra le tante cose, il 2015 è l’anno in cui sono ambientate le vicende di un’opera che ha fatto la storia dell’animazione giapponese, un capolavoro senza tempo, e uno dei miei anime preferiti: stiamo parlando di Neon Genesis Evangelion, prodotto esattamente 20 anni fa dallo studio Gainax, scritto e diretto dal geniale Hideaki Anno.
Il successo che questo cartone giapponese ha avuto è enorme, per certi versi grazie al tantissimo merchandising ad esso correlato, e anche grazie al recente reboot cinematografico, il Rebuild of Evangelion. Di questa roba, però, in questo momento ci frega ben poco, visto che il mio intento in questo articolo è di andare ad analizzare la serie originale e il film The End of Evangelion, suo completamento, per giungere all’aspetto più importante e profondo dell’anime, senza il quale tutto il resto non ha alcun motivo di esistere: il messaggio che l’opera vuole trasmettere.

venerdì 18 dicembre 2015

Short Peace: Animazione e videogioco si incontrano in una lettera d'amore per il Giappone

by Cloud

Katsuhiro Otomo e Suda51. Una collaborazione tra due personaggi di questo calibro attira sicuramente l'attenzione di chi sia appassionato di anime o videogiochi, meglio ancora se di entrambi. Da una parte abbiamo infatti uno storico mangaka e regista, autore dell'immortale Akira; e dall'altra un game designer famoso per la sua follia e la sua capacità di sfornare avventure originali e divertenti pur senza un gran budget (almeno fino all'acquisizione del suo studio, Grasshopper Manifactures, da parte di GungHo, gigante del gaming mobile). 

Ma cos'è dunque il progetto Short Peace? Si tratta, in parole povere, di un film composto da 4 corti animati e un gioco posti nello stesso Blu-Ray come parte di un unico progetto, che ha come tema principale nulla di meno che il Giappone.