100% Freeware, 100% Indipendente e 200% Nerd!

mercoledì 12 ottobre 2016

Superhot - Time only moves when you waste it

by Cloud


Hi guys, it's been a while since we last posted anything, huh? And I think this is not the first time you hear that from us, sadly our posting rhythm has decreased a lot since we're all studying or working on lots of other projects, but we'll try to do our best to not abandon the blog and keep making funny articles for you to read.


Enough talking about our personal stuff, now let's talk about today's game: Superhot. You've probably already heard of it, and probably you hate it because it seems some annoying, noisy, popular youtuber has make videos about it, but let's talk about what it has to offer us as players.

venerdì 1 luglio 2016

Is Elsa from Disney's Frozen... a Stand user?!

by Link


Is Elsa from Disney’s Frozen… a Stand user?

We know that, in the “JoJo’s Bizarre Adventures” universe, Stands are powers that come from a person’s spiritual strength. Also, we know that Elsa has a very strong power, but I am going to prove that her power is a Stand.

Saving for the end the hardest evidences let’s begin with another question, can Elsa’s power be a Stand?

mercoledì 29 giugno 2016

Elsa di Frozen... è una portatrice di Stand?!

by Link


Elsa di Frozen… è una portatrice di Stand?
Sappiamo bene che nell'universo di JoJo gli Stand sono poteri che derivano dalla forza spirituale di una persona, e che Elsa di Frozen possiede un potere molto potente, ma io vi dimostrerò che quel potere è proprio uno Stand.
Lasciando le prove schiaccianti per ultime direi di iniziare cambiando leggermente la domanda, può il potere di Elsa essere quello di uno Stand?

http://timbermaniacsitaly.blogspot.it/2016/07/is-elsa-from-disneys-frozen-stand-user.html


venerdì 24 giugno 2016

E3 2016: qualche parere sui giochi mostrati

by Cloud & Sora

Cloud: Salve a tutti, o voi Timber Fan. Questo E3 pareva dovesse essere la peggio schifezza, e in effetti non è stata poi sta gran specialità, ma una manciata di giochi (e un paio di console) di cui vale la pena parlare (bene o male) ci sono stati. Ma prima di procedere alla carrellata di titoli con annessi commenti, vi annuncio che in redazione abbiamo un nuovo membro, che si faràchiamare Sora, e questo articolo sarà la sua prima prova su strada!

Sora: Ciao a tutti, questo sarà l'inizio della mia avventura e, avendo seguito la maggior parte dell'E3, accompagnerò Cloud nell'esaminare ciò che ci ha colpito di più di questo evento.
Spero di fare un buon lavoro da oggi in poi e di divertirmi insieme a tutti i lettori del blog!


sabato 18 giugno 2016

Crash Bandicoot ritorna... come Pachinko!

by Cloud

Avete sentito bene! Crash Bandicoot, l'idolo della nostra infanzia, che coi suoi giochi noi dei tardi anni '90 "ce semo cresciuti", ritorna ma non con un nuovo videogioco, con un disgustoso Pachinko, una di quelle macchine giapponesi per il gioco d'azzardo, che vergogna!
Ah no, la notizia risale a qualche tempo fa. Per la precisione agli anni 90, proprio nel "periodo d'oro di Crash", in cui era Naughty Dog a svilupparli (qui un video dimostrativo, anche se in scarsa qualità). Però capito, Naughty Dog best sviluppatore evah, guai a dargli dei venduti, loro hanno sempre pensato soltanto a fare giochi per ammore. E idem Sony che li pubblicava. Invece, vuoi mettere quanto fa più notizia dire qualcosa come "Metal Gear Solid ritorna... come pachinko!"? Voglio dire, come osa Konami, dopo aver cacciato il sommo mastro Kojima, deturpare e commercializzare la sua opera? Come può una software house ridursi così in basso e trasformare una serie capolavoro come Metal Gear in uno schifoso gingillo per il gioco d'azzardo? Forza, tutti coi forconi sotto la sede della Konami, they'll have to fite us!!!11!!!!

domenica 29 maggio 2016

Splatoon: la killer app del Wii U un anno dopo

by Cloud 

Certo, fa ridere parlare di killer app di una console che non ha veramente saputo imporsi sul mercato, risultando quasi in un flop, ma per quanto mi riguarda qui stiamo parlando di un gioco che veramente meriterebbe da solo l’acquisto del Wii U. Splatoon è uscito in Europa ormai un anno fa, e in quest’anno ci ho giocato parecchio. Sia in termini di ore totali, sia nel senso che se per un periodo lo mollavo, poi scattava sempre la voglia di tornare a imbrattare arene in allegria. Questo perché, semplicemente, è troppo divertente. Ma visto che originariamente l’intenzione era di farne una recensione, e che ancora non ho fatto nessun articolo a tema, voglio parlare del gioco in tutti i suoi aspetti, in modo da far sia riflettere chi lo conosce, sia incuriosire chi magari non lo ha giocato e aiutarlo a capire se questa particolare esperienza (no, non nel senso delle robe che gli hipster chiamano “esperienze” per non dire che come giochi sono mediocri) fa per lui.

sabato 21 maggio 2016

Si può smettere di essere un hardcore gamer? - Game Philosophy

by Snake




Ciò che sto per raccontarvi, con tutta sincerità, un paio di anni fa avrei pensato che non mi sarebbe mai successo. Del resto, quando per tanto tempo si ha una passione e la si mette a frutto si finisce per identificare sé stessi con essa. Ma, a volte, può anche accadere che questa passione, per quanto sia forte, cominci a scemare, per motivi sia interni sia esterni al soggetto preso in esame.

lunedì 16 maggio 2016

Creed: il coraggio di passare il testimone - Timber Movie

by Snake



Io sono un fan sfegatato di Sylvester Stallone. Non nascondo che amo la maggior parte dei suoi film (sì, anche alcuni di quelli ritenuti da lui stesso scrausi). Del resto, il caro vecchio Sly ha sempre interpretato ruoli in grado di far impazzire le genti di tutto il mondo, come il furioso e tormentato soldato John James Rambo, o l'eroico e intrepido pugile Rocky Balboa. E proprio qui andremo a parlare dell'ultima avventura vissuta dal combattente di Philadelphia, e forse, finalmente, la fine della sua epopea, stavolta non sul ring, bensì all'angolo di esso come allenatore di una giovane speranza: Adonis Creed Johnson, il figlio segreto di Apollo Creed.

sabato 23 aprile 2016

Star Fox Zero: La fine di Star Fox, di Wii U e di Nintendo?

by Cloud

Fin da quando questo nuovo e attesissimo ritorno della saga di Star Fox è stato mostrato allo scorso E3, le reazioni del pubblico sono state più o meno unanimi: faceva schifo. La grafica era bruttarella, era troppo simile a Star Fox 64, e i comandi sembravano scomodi. Tutti i saggi sentenziatori del web erano sicuri che quella che Miyamoto e i ragazzi di Platinum Games volevano rifilarci sarebbe stata una porcheria immane. Tutti tranne me e un paio di amici miei, che volevamo semplicemente aspettare di giocarlo per vedere se meritasse o meno.

Adesso l’ho giocato. 
Merita? 
Hell yeah!

lunedì 11 aprile 2016

K-On! – A touching story of sickness, friendship and music


by Cloud

WARNING: I SUGGEST TO READ THIS ARTICLE BOTH TO THOSE WHO HAVE NEVER WATCHED K-ON, AND TO THOSE WHO KNOW IT BUT PERHAPS HAVEN’T BEEN ABLE TO UNDERSTAND IT.
SO, NO MATTER WHO YOU ARE, READ THIS!

Yui is a little girl like many others. She’s 14 and about to start high school. She doesn’t have many friends; in fact, the only one she’s quite confident with is the serious and studious Nodoka.
If you think things are quite normal for now, well, things change if I tell you that little Yui is affected by a serious intellectual disability, which makes her a lot more childish than her age, lazy to the extreme, always with her head in the clouds and unable to get good results in any field, so that her responsible little sister Ui, a year younger, has to take care of her and do all of the housework.

venerdì 1 aprile 2016

Attack on Titan: la Recensione Definitiva

by Link


Conoscete tutti il cartone di cui stiamo parlando. È la storia degli umani separati dai giganti da un muro di 50 metri. È la storia di Eren Jaeger che, dopo aver assistito alle barbarie dei giganti, vivrà con il solo scopo di sterminarli tutti.
Quel muro non è diverso dall’AT-field: è un muro che ci protegge, dietro al quale ci sentiamo sicuri, ma è anche il muro che ci separa dal resto del mondo. In Eren invece possiamo vedere molti di noi, è un ragazzo magari poco dotato, ma con una incredibile forza di volontà che deriva da ciò che i giganti gli hanno fatto.

martedì 22 marzo 2016

K-On! - Una toccante storia di malattia, amicizia e musica

by Cloud

ATTENZIONE: INVITO ALLA LETTURA DI QUESTO ARTICOLO TANTO COLORO CHE NON HANNO MAI VISTO K-ON!, QUANTO CHI LO CONOSCE E MAGARI NON HA SAPUTO CAPIRLO. 
INSOMMA, QUALSIASI SIA LA VOSTRA SITUAZIONE, LEGGETE!

Yui è una ragazzina come tante altre. Ha 14 anni e sta per iniziare le scuole superiori. Non ha moltissime amiche, anzi, l'unica con cui è un po' in confidenza è la seria Nodoka.
Se finora sembra tutto normale, beh, le cose cambiano se vi dico che la piccola Yui è affetta da un grave ritardo mentale, che  la rende molto più immatura della sua età, pigra fino all'estremo, sempre con la testa fra le nuvole e incapace di avere buoni risultati in qualsiasi campo, al punto che la responsabile sorellina Ui, di un anno più giovane, deve prendersene cura e fare tutti i lavori di casa.

martedì 8 marzo 2016

Uchu Conbini - Timber Music

by Cloud

Era da un sacco che volevamo aprire una rubrica musicale, qui su Timber Maniacs. Il blog era nato come esclusivamente videoludico, ma pian piano si è allargato all’animazione, al fumetto, al cinema… insomma, era solo una questione di tempo prima che iniziassimo a parlare anche di musica, visto che ormai scrivevamo quel che ci pareva.
E ho pensato a lungo su quale artista o album utilizzare per inaugurare la rubrica. Pensavo a qualcosa di iconico, come i Dream Theater, gli AC/DC, i Megadeth o qualche gruppo hair metal anni 80, per parlarvi un po’del sottogenere con cui anni fa è scattata la passione per il rock/metal (che avrei poi esplorato in tutte le direzioni), quindi qualcuno compreso tra i Guns n’ Roses e i Bon Jovi. 


Ma alla fine, ho deciso, la cosa migliore era di iniziare semplicemente con qualcosa con cui adesso sto letteralmente in fissa e di cui ho voglia di parlare, e che contrariamente alle intenzioni iniziali è una band di ultra-nicchia: i giapponesi Uchu Conbini. Durante l’articolo vi ficcherò dei brani, che potete ascoltare prima, durante o dopo la lettura in base alle vostre preferenze. 

sabato 5 marzo 2016

Timber Topo: Il Ladro e il Miliardario

by Link


Questa è la copertina del topolino di questa settimana.
Io credo che il solo fatto di vedere Fantomius, il “famoso ladro gentiluomo il cui diario darà i natali a Paperinik” alle prese con Zio Paperone sia abbastanza per andare subito in edicola e comprarlo, deve essere di sicuro qualcosa di epico!
E invece la storia merita, sì, di essere letta, ma per altri motivi.

A dirla tutta non è neanche granché come storia, non è particolarmente divertente o appassionante rispetto ad altre di Fantomius, e non c’è neanche un vero e proprio confronto diretto tra i due paperi.
Il vero motivo per leggere questa storia sono le citazioni, e il modo in cui sono state accuratamente piazzate.


martedì 1 marzo 2016

Anime del 2015: un resoconto

by Cloud, Link & Snake

Come già fatto l’anno scorso, anche quest’anno noi di Timber Maniacs abbiamo deciso di fare un resoconto sugli anime che abbiamo visto tra quelli usciti in questo anno. Io, Link e Snake vi parleremo brevemente di ciascuna serie,
Allora che diavolo aspettiamo? Iniziamo subito!

sabato 6 febbraio 2016

Undertale on 3DS: A simple idea on using the two screens

by Cloud

If you're not italian, just skip the red text. It means nothing.

Non preoccupatevi Timber fan, il blog non è stato preso in ostaggio da alieni anglofoni! Scrivo questo post in inglese perché volevo postare su Twitter le mie idee su come adattare Undertale su 3DS, visto che ultimamente se ne parlava, e magari (seh, e quando me se filano) farlo leggere al creatore del gioco Toby Fox o a qualche addetto di Nintendo. Buona lettura se capite!



Recently, the gaming web was shaken by Toby Fox being contacted on Twitter by Nintendo's Akinwale Lakeru for discuting something, probably about some Undertale port for Nintendo platforms like 3DS or Wii U. The rumor about the Undertale port was confirmed by Toby himself, who said that the porting thing had already been discussed months ago. 


Toby than said: if I have to port it on 3DS, I would like to make use of the second screen. And well, I just put up some ideas on how to implement Undertale on a 3DS. 


giovedì 4 febbraio 2016

Harry Potter: La pietra Filosofale & La Camera dei Segreti - Timber Movies

by Cloud (con Snake che ogni tanto sbuca in modo molto stealth)



Niente da fare, la saga di Harry Potter è una di quelle cose con cui quelli della mia generazione sono letteralmente cresciuti, e con cui molti si sono anche avvicinati al mondo del fantasy. A dire il vero, io personalmente sono sempre stato più affezionato ai libri che non ai film, anche e soprattutto per la qualità sempre meno convincente delle trasposizioni che questi ultimi presentavano. Non è però sempre stato così: i primi due film, infatti, sono parte integrante della mia infanzia, mi affascinavano veramente un sacco. Un po' perché da bambini è facile rimanere impressionati, un po' perché sono effettivamente i due riusciti meglio. E con l'occasione che è da poco morto Alan Rickman, l'attore che interpretava Piton (RIP), e che lo hanno celebrato un po' ovunque, ne ho approfittato per rivedermeli di recente. Avranno retto la prova del tempo? Scopriamolo! Qua ve lo dico chiaramente, ci saranno gli spoiler sui primi due HP, perché tanto presumo che la maggior parte di voi li abbia visti. In caso contrario, evitate di leggere.

sabato 16 gennaio 2016

Fairy Tail su Rai 4: Il ritorno degli anime in TV (che i fan non meritano)?

by Cloud

Noi di Timber Maniacs vi abbiamo spesso invitati a seguire gli anime in TV, in particolare su Rai 4 che con il suo Anime Thursday era l'unica a trasmettere serie nuove sulla TV in chiaro. Ultimamente però, con il prendere piede sempre maggiore di piattaforme online come il canale YouTube di Yamato o VVVVID, per cui stanno anche doppiando anime nuovi in italiano (tipo quella figata di One Punch Man), la TV sembrerebbe ormai essere uno strumento superato per la diffusione di nuovi anime. 
Specialmente all'orario assurdo in cui andava in onda l'anime Thursday di Rai 4, poi, ora che hanno messo L'Attacco dei Giganti doppiato in italiano sempre su VVVVID, non c'era veramente più motivo di seguirlo in TV. 

Questo discorso vale però per chi come noi è già un appassionato e vuole andarsi a cercare il modo di vedere una serie. Provate piuttosto a ricordare: come avete scoperto Dragon Ball, o altri anime che vi piacevano da bambini/ragazzini? Molto probabilmente guardandoli in TV all'ora di pranzo o di merenda. Ed è questo che i tizi di Rai 4 hanno finalmente capito, nel mandare in onda Fairy Tail: bisogna metterlo ad un orario accessibile, ossia le 14:30 (che per la maggior parte dei bambini/ragazzi è l'orario in cui tornano a casa da scuola).

La stessa scelta di trasmettere Fairy Tail è azzeccata, in quanto si tratta di uno degli ultimi shonen con una trasposizione animata bella lunga (purtroppo è da un po' di tempo che gli anime diventano sempre più corti, un po' perché non ci sono nuove serie sufficientemente di successo da ricevere un trattamento simile, un po' perché hanno sempre meno voglia di scommettere su nuovi nomi), nonché di una serie dall'atmosfera leggera, totalmente basata sull'intrattenimento, ideale da guardare in un momento di distensione come l'ora di pranzo. Anche il modo di mandare in onda gli episodi è azzeccatissimo. Ogni giorno viene mandata in onda la seconda puntata del giorno prima e quella successiva. Così, uno può scegliere se guardarne ogni giorno solo una, se guardarlo un giorno sì e un giorno no, o semplicemente guardarlo quando può senza rischiare troppo di rimanere indietro. 

 E ultima nella serie di scelte geniali, le sigle originali tradotte in italiano. Se si vuole rendere un prodotto accessibile a un grande pubblico, per giunta di ragazzini che non conoscono gli anime e che vuoi rendere appassionati al media, le sigle in giapponese rischiano di rendere il tutto troppo poco accessibile. Per questo, il tradurre in italiano le opening ed ending è il giusto compromesso tra fedeltà e accessibilità.

Ma andiamo al punto per cui mi sono messo a scrivere questo articolo: come al solito la gente è idiota, e nonostante Rai 4 abbia praticamente fatto quanto di meglio potesse per trasmettere un anime che potesse essere di facile visione e adatto a far appassionare nuovi ragazzini all'animazione giapponese (in pratica quel che faceva Mediaset negli anni d'oro ma in meglio, senza censure e con una maggiore fedeltà), sul web sono piovute lamentele di ogni tipo, che dividerò in due categorie e ridicolizzerò a turno, in quanto ugualmente patetiche e basate non sulla ragione ma sul pregiudizio: