100% Freeware, 100% Indipendente e 200% Nerd!

sabato 20 maggio 2017

Fire Emblem Heroes: 4 mesi di Wrys

by Sora & Cloud

Cloud: La saga di Fire Emblem è senza dubbio una delle mie preferite del mondo videoludico tutto, nonostante abbia iniziato a giocarla con il famigerato Awakening e nonostante mi manchino ancora moltissimi dei titoli classici da recuperare. A rendere così speciale questa serie abbiamo un gameplay da RPG strategico a turni senza pari, caratterizzato dal permadeath (ossia, se ti muore un personaggio è morto per sempre, quindi resetta e riprova il livello) e dall'assenza di ogni tipo di grinding/farming/come cavolo lo chiamate (ad eccezione che in Awakening e in parte in Fates). Se la prima caratteristica ti porta senza dubbio a dover elaborare delle strategie più complesse, la seconda toglie di mezzo le parti noiose e che si affrontano a cervello spento, lasciando quindi soltanto la parte focale e più interessante dell'esperienza ruolistica. Ma oltre a questo aggiunge anche una nuova dimensione a ogni scontro: non solo devi scegliere bene come far attaccare le tue unità, ma devi anche pensare a far guadagnare la giusta esperienza a tutti i personaggi che intendi poi utilizzare nel party.

È normale quindi che fossi parecchio incuriosito da questa iterazione per smartphone della serie: se da una parte non amo granché giocare e in generale passare troppo tempo con il cellulare, è anche vero che mentre stai al bagno o in fila da qualche parte avere un giochino su cui fare gli accessi giornalieri o una partitina rapida non è poi male. E poi ci stavano un sacco di personaggi dei vari giochi di Fire Emblem, vuoi mettere?

Detto ciò, sarà questo titolo stato degno del nome di Fire Emblem? Dopo quasi 4 mesi in cui ci ha accompagnato quasi ogni giorni, io e Sora vi diremo le nostre impressioni.